Lattoferrina e Covid-19: lo studio di Tor Vergata e della Sapienza

A luglio 2020 è stato pubblicato un interessante studio sulla lattoferrina a cura di un team di Clinici di Tor Vergata e della Sapienza, sulla rivista Journal of Molecular.

Si è notata la bassa incidenza di infezioni da Covid nei neonati e il fatto che il sistema di difesa dei bambini risponde rapidamente alle infezioni.
Si è quindi analizzata la lattoferrina, proteina globulare multifunzionale, presente nel latte materno che protegge contro le infezioni impedendo a virus, batteri e funghi di passare nelle cellule della mucosa respiratoria e intestinale.

La professoressa Elena Campione –  Associato della UOSD di Dermatologia del Policlinico Tor Vergata – sostiene che le proprietà antivirali ed antinfiammatorie della lattoferrina sono ottime per trattare i pazienti Covid19 positivi.


LO STUDIO

Ad aprile 2020 è stato pubblicato uno studio clinico per i pazienti Covid19 paucisintomatici ed asintomatici dal titolo La lattoferrina quale naturale barriera protettiva della mucosa intestinale e respiratoria contro l’infezione da coronavirus e l’infiammazione a cura del team composto da Proff. Luca Bianchi, Ordinario e Direttore della UOSD di Dermatologia e Massimo Andreoni, Ordinario di Malattie Infettive del PTV.
Obiettivo era valutare l’efficacia e la sicurezza di una formulazione liposomiale innovativa di lattoferrina, somministrata per uso orale e ed intranasale.
Questo trial clinico, sostiene il team di Tor Vergata, è stato il primo approvato, sull’utilizzo della lattoferrina nei pazienti Covid positivi a livello nazionale ed internazionale.

Inoltre, la qualità, la purezza e l’integrità della lattoferrina utilizzata durante lo studio sono state verificate da un team coordinato dalla Prof.ssa Piera Valenti, Ordinario di Microbiologia dell’Università La Sapienza di Roma e Membro del Comitato Internazionale sulla Lattoferrina.
Sono state eseguite delle prove in vitro sull’azione antivirale della lattoferrina volte a dimostrare come questa proteina ostacoli le interazioni iniziali fra il virus e la cellula inebendo l’infezione da SARS-CoV-2.

I RISULTATI DELLO STUDIO

Nei pazienti Covid-19 positivi sintomatici, si è vista l’efficacia della lattoferrina nel favorire la remissione dei sintomi clinici e la negativizzazione del tampone già dopo 12 giorni dal trattamento.

Grazie questo studio e i risultati ottenuti, gli esperti, sono arrivati a suggerire che il trattamento potrebbe rivelarsi utile in particolare nei pazienti paucisintomatici e asintomatici e persino a livello di prevenzione.


LA LATTOFERRINA

La lattoferrina è una glicoproteina capace di sottrarre il ferro non legato dai fluidi corporei e dalle aree di flogosi ed è dotata di attività antivirale e antibatterica.

L’attività antimicrobica della lattoferrina è dovuta alla sua capacità di legare il ferro e sottrarlo ai batteri, che lo utilizzano invece per la loro moltiplicazione e adesione alla mucosa intestinale.

 

Fonti
Articolo pubblicato sul portale dell’Università Tor Vergata di Roma
Articolo pubblicato sulla Rivista Journal of Molecular

L’INTEGRATORE DI LATTOFERRINA DISPONIBILE IN FARMACIA DELLA SALUTE

lattoglobina-lattoferrina
Leave a reply